Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

Intro Home page Chi Siamo Dove Siamo Fecondazione in vitro Fecondazione assistita Il Centro Sterilità Femminile Maschile Video Chirurgia Colposcopia Isteroscopia Isterosalpingografia Spermiogramma Congelamento Ovociti Contatti News 

Femminile

STERILITA' FEMMINILE

La sterilità femminile si distingue in impossibilità di procreare per incapacità a praticare il coito, e assenza di fecondazione dell'ovocita da parte degli spermatozoi, in presenza di un normale accoppiamento.La prima forma è causata da fattori psicogeni, malformazioni o da malattie che hanno danneggiato le vie genitali. La seconda forma dipende da cause genitali o extragenitali che sono in grado di modificare la funzione riproduttiva.Nella pratica clinica possiamo distinguere le seguenti forme di sterilità:•Endocrina; 30-40%•Tubarica 35%•Uterina 5-10%•Cervicale 5-15%•Vaginale Rara•Immunologica Rara Sterilità endocrina: la forma più frequente consiste nella mancanza dell'ovulazione, mentre, meno frequentemente, si presenta come il risultato di un'alterata funzione del corpo luteo o di una alterata secrezione ormonale (quale l'eccesso di androgeni e l'iperprolattinemia). Infine si può avere il caso di un'alterata risposta dei tessuti agli ormoni: essa è inadeguata per una normale attività riproduttiva.La mancanza di ovulazione risulta essere responsabile del 25% dei casi di sterilità femminile ed è solitamente associata a disturbi del ciclo mestruale quali il diradamento (oligomenorrea) o la scomparsa delle mestruazioni (amenorrea).Le cause della sterilità endocrina sono riconducibili a:1.Alterazioni dell’ipotalamo (tumori, infiammazioni, malformazioni, anoressia nervosa, cause sconosciute)2.Alterazioni dell’ipofisi (iperprolattinemie, …)3.Alterazioni dell’ovaio (sindrome dell’ovaio policistico, esaurimento della funzione ovarica, ossia la menopausa precoce, cause genetiche, alterazioni immunitarie, tumori, disfunzioni ormonali, malformazioni, cause tossiche o radianti)4.Alterazioni ormonali di origine non genitale (iperplasia surrenalica, sindrome di Cushing, iper - ipotiroidismo)5.Alterazioni gravi del metabolismo (diabete)6.Malattie autoimmuni (taluni casi di menopausa precoce), ossia malattie in cui si verifica una risposta immunitaria errata.Sterilità tubarica: Le alterazioni tubariche sono dovute a modificazioni della forma o della funzione delle tube (o salpingi). Tali alterazioni determinano sterilità interferendo con la capacità di raccogliere l'ovocita da parte dell’estremità della tuba che si trova vicino all’ovaio, con lo spostamento all'interno della tuba, e con le caratteristiche del liquido tubarico, che ha un ruolo importante nel movimento degli spermatozoi, nel processo di fecondazione, nel nutrimento e nel trasporto dell'embrione.Le infiammazioni sono le cause più frequenti di alterazione delle tube e determinano chiusura totale o parziale delle salpingi. Un ulteriore fattore di sterilità è dato dagli esiti di gravidanze ectopiche (ossia fuori dall’utero) a sede tubarica e di precedente sterilizzazione tubarica, in pazienti che abbiano nuovamente desiderio di prole.Le malformazioni delle tube sono rappresentate dalla assenza e dalla chiusura delle tube.Sterilità uterina: Le cause di sterilità dipendenti da alterazioni della cavità uterina o dell'endometrio sono riconducibili a malformazioni (assenza dell’utero, utero unicorne bicolle, utero setto), processi infiammatori (che alterano le funzioni dell’endometrio), lesioni traumatiche, presenza di aderenze, presenza di polipi e miomi uterini, retroversione uterina fissa e infine eccessiva diminuzione dello spessore dell’endometrio da alterazioni ormonali.Endometriosi: L'endometrio è la mucosa che riveste l'interno dell'utero e che sanguina ogni mese dando luogo alla mestruazione. Per endometriosi si intende la presenza e lo sviluppo anomalo dell'endometrio in sede diversa da quella normale, ovvero all'esterno dell'utero. Questa patologia ostacola il processo procreativo in vario modo: a livello ormonale ed ovulatorio,a livello meccanico, interferendo con la funzionalità degli spermatozoi, interferendo con l'embriogenesi, rendendo incapace dell'utero ad accogliere il prodotto del concepimento in via di sviluppo. Riscontrabile in circa il 30% delle donne affette da infertilità, l'endometriosi può essere curata (con farmaci e/o chirurgicamente) e grazie al ricorso delle tecniche di fecondazione assistita l'infertilità legata all'endometriosi può essere superata.Sterilità cervicale: Le malattie della cervice, che modificano la qualità del muco e rendono difficile o impossibile il transito degli spermatozoi, possono essere di natura malformativa (assenza dell’organo, riduzione grave del volume dell’organo, canale cervicale chiuso, aderenze), infiammatoria, dipendente da alterazioni ormonali, a problematiche immunologiche o a infiammazioni.Sterilità vaginale: Le cause di sterilità da alterazioni vaginali sono di tre categorie: malformativa (assenza parziale o totale dell’organo, setti trasversali, restrizioni), da dispareunia (ossia dolore durante il rapporto sessuale, dovuto ad esempio ad endometriosi o cicatrici) ed infine da vaginismo psichico. In ognuna, la causa della infertilità è rappresentato da un'ostacolato rapporto sessuale o da un'anomala deposizione del liquido seminale in vaginaSterilità immunologica: La sterilità di natura immunologica interessa sia la donna sia l'uomo. Dipende da una alterata risposta immunitaria che si rivolge ad alcuni costituenti dell’organismo, invece che alle cellule estranee come avviene normalmente. Gli anticorpi maggiormente interessati, sono quelli anti spermatozoo. Il risultato consiste nell'aggregazione anomala, nella immobilizzazione o incapacità degli spermatozoi a legarsi all’ovocita.



Dottor Giovanni Rosati specialista in ginecologia e fecondazione assistita

DISATTIVA SOTTOFONDO


https://www.facebook.com/MultimediaOnline?ref=hl https://www.facebook.com/pages/Fecondazione-Assistita/572938652773958?ref=hl